mercoledì 7 maggio 2014

Recensione: "Io prima di te" Jojo Moyes

 

Genere: Narrativa rosa

Prezzo: € 13,00

Trama:
A ventisei anni, Louisa Clark sa tante cose. Sa esattamente quanti passi ci sono tra la fermata dell'autobus e casa sua. Sa che le piace fare la cameriera in un locale senza troppe pretese nella piccola località turistica dove è nata e da cui non si è mai mossa, e probabilmente, nel profondo del suo cuore, sa anche di non essere davvero innamorata di Patrick, il ragazzo con cui è fidanzata da quasi sette anni. Quello che invece ignora è che sta per perdere il lavoro e che, per la prima volta, tutte le sue certezze saranno messe in discussione. A trentacinque anni, Will Traynor sa che il terribile incidente di cui è rimasto vittima gli ha tolto la voglia di vivere. Sa che niente può più essere come prima, e sa esattamente come porre fine a questa sofferenza. Quello che invece ignora è che Lou sta per irrompere prepotentemente nella sua vita portando con sé un'esplosione di giovinezza, stravaganza e abiti variopinti. E nessuno dei due sa che sta per cambiare l'altro per sempre. "Io prima di te" è la storia di un incontro. L'incontro fra una ragazza che ha scelto di vivere in un mondo piccolo, sicuro, senza sorprese e senza rischi, e un uomo che ha conosciuto il successo, la ricchezza e la felicità, e all'improvviso li ha visti dissolversi, ritrovandosi inchiodato su una sedia a rotelle. Due persone profondamente diverse, che imparano a conoscersi senza però rinunciare a se stesse, insegnando l'una all'altra a mettersi in gioco.

Recensione:
In genere non mi faccio mai convincere molto dai commenti e dai consigli che posso sentire su determinati libri ma a volte ci sono delle eccezioni e questo libro è una di esse.
Desideravo leggerlo da parecchio tempo perché ne sentivo parlare benissimo ovunque, così finalmente poche settimane fa l'ho acquistato senza neanche leggere la trama, una cosa che io faccio davvero raramente. Quando l'ho letta prima di iniziare la lettura sono rimasta davvero sorpresa, perché ho capito che genere di storia triste e drammatica potesse essere.
Non amo particolarmente i libri così drammatici eppure ho voluto dare un'occasione a questo libro e adesso, a lettura terminata, posso dire che nonostante la sofferenza e le lacrime, ne è valsa davvero la pena.
Si tratta di una storia molto particolare, su un argomento difficile e in cui è un po' complicato immedesimarsi, ma la scrittrice è stata davvero molto brava nel suo lavoro e ha reso i personaggi tutt'altro che stereotipati anzi sono profondi, ricchi di sfaccettature e davvero molto interessanti.
In particolare ho apprezzato molto il protagonista maschile, Will, una persona che ama la vita, che la vive a 360° e proprio per questo ho capito le sue motivazioni dall'inizio alla fine.
Louisa, la protagonista femminile, devo ammettere che è ancora più complessa e particolare, ma è stato più facile immedesimarsi in lei e notare i suoi grandi cambiamenti durante la storia.
Un misto di allegria e amarezza ci accompagna pian piano fino alla fine del romanzo, accompagna questi due personaggi così straordinari, queste due anime gemelle che hanno avuto in sorte un destino terribile.
L'amore descritto in questo libro non è qualcosa di stereotipato e comune ma è puro, intenso, semplice, ma allo stesso tempo complesso e devastante; un amore che tuttavia, per quanto possa essere sincero e grande, non sempre è abbastanza.
Le ultime pagine di questo romanzo sono state una delle cose più difficili che mi sia mai capitato di leggere, ma allo stesso tempo mi hanno donato tantissime emozioni e sensazioni così forti che solo un capolavoro può essere capace di suscitare.
Una nota speciale la dedico alla copertina: secondo me è davvero molto significativa questa ragazza che insegue un uccello che si libra in volo, rappresenta in modo incredibile il significato più intimo di tutto il libro.
Consiglio questa lettura a chi ha bisogno di leggere una storia complicata e diversa dalle solite storie d'amore.

Citazione preferita: 
“Due persone che non avrebbero dovuto incontrarsi e che non si erano piaciute molto quando si sono conosciute, ma che presto scoprirono di essere le sole due anime al mondo in grado di capirsi.”

Voto: 10 e lode/10

C'è qualcuno che l'ha letto? Vi è piaciuto?
Vi aspetto nei commenti! 
Clicca su Facebook, Google o Blogger per commentare:
commenti googleplus
commenti blogger
commenti facebook

11 commenti:

  1. Il libro è bellissimo, è il primo che ho divorato davvero ed é in assoluto il mio libro preferito. Certo, la fine é dira da leggere ma ti riempie il cuore tantissimo.

    RispondiElimina
  2. Non capisco se sia una lettura masochista o meno... Illuminatemi :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse un po' masochista, ma ne vale la pena !:)

      Elimina
    2. D'accordo... ci penserò bene allora :-)

      Elimina
  3. Io probabilmente sono l'unica persona al mondo a cui non è piaciuto ç___ç carino, ma non mi ha proprio emozionata..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può capitare, i gusti sono gusti! :)

      Elimina
  4. Questo libro mi ha lasciato un senso di vuoto assurdo subito dopo averlo terminato. Tratta tematiche molto delicate,sulle quali è anche difficile argomentare senza correre il rischio di ergersi al livello di giudici morali. Mi ha fatto molto riflettere sull'importanza della vita e,soprattutto,su quanto molto spesso tendiamo a dare per scontato il nostro punto di vista,reputandolo l'unico corretto e accettabile e rifiutando l'idea che possano esisterne di altri. Se mi fossi soffermata solo sul titolo,probabilmente non lo avrei letto,convinta che si trattasse di una di quelle storielle romantiche con le quali non vado molto d'accordo. Invece ho fatto bene,e ho appreso una bella lezione:mai giudicare dalle apparenze. E' uno di quei libri che ti entrano nel cuore! :)

    RispondiElimina
  5. Alla fine, oltre alla tristezza e al senso di impotenza di fronte certe situazion, c'era un po' di rabbia: loro potevano davvero essere anime gemelle, sembravano completarsi.
    Mi piace pensare che se si fossero conosciuti in altrebcircostanze sarebbe stata lei a cambiare lui, renderlo più morbido di come si descriveva.
    Direi che ha molto da insegnare questo libro :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, anche lei poteva cambiarlo molto! :)

      Elimina

Ti potrebbero anche interessare: